L’anno da poco concluso conferma un trend positivo per l’efficienza energetica. Per Avvenia, pioniere nel  campo della white economy, il risparmio di energia primaria nel 2016 è stato pari a 3,4 milioni di TEP. Ora è il momento di ripartire con la nuova era dell’energy design.

Il 2016 è stato un anno record in termini di efficienza energetica. Lo rivelano i dati pubblicati da Avvenia (www.avvenia.com), pioniere nel campo dell’efficienza energetica, secondo cui nell’anno appena concluso in Italia si è registrato un risparmio di energia primaria di 3,4 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio.

«Un quantitativo che risulta nettamente superiore ai 3 milioni del 2015, ai 2,7 milioni del 2014 e ai 2,5 milioni del 2013, ponendo così il 2016 come l’anno del record» commenta l’ingegner Giovanni Campaniello, fondatore e amministratore unico di Avvenia.

Insomma in Italia dal 2005 ad oggi sono stati risparmiati complessivamente 31,6 milioni di TEP, con la Lombardia, la Puglia, l’Emilia Romagna, il Veneto e il Lazio che si confermano le regioni più virtuose.

«E nel 2017 l’industria continuerà a puntare ancora sull’efficienza energetica, un sistema che negli ultimi anni ha consentito di ottenere risultati eccellenti» aggiunge l’ingegner Giovanni Campaniello.

Da dove provengono i risparmi? L’82% dei risparmi fa riferimento ad aziende industriali ad alta intensità di energia consumata: fabbriche, raffinerie, cementifici, cartiere, vetrerie e impianti manifatturieri.

«In quanto a voci di spesa, il 52% deriva da risparmi di gas, il 30% da risparmi di energia elettrica, il 18% da risparmi di altra natura» aggiungono gli analisti di Avvenia, secondo i quali la white economy, il ramo dell’economia relativo alla riqualificazione energetica, coinvolge oggi in Italia 650 mila aziende, con una previsione di 180 miliardi di euro di valore aggiunto per il 2017 e con un indotto pari al triplo di ciascun investimento.

Proprio in questo settore, all’avanguardia per tecnologie e per competenze di marketing, Avvenia è stata tra le prime ad operare, già a partire dal 2005, portando la aziende assistite ad ottenere risparmi di energia primaria di oltre il 40% e ad una diminuzione dei consumi di gas naturale di oltre il 78% in tutti i settori industriali.

Creata nel 2001 con l’intento di fornire una risposta significativa alle aziende per affrontare e risolvere in modo consapevole e sostenibile le problematiche legate all’efficienza energetica, Avvenia si è impegnata in un continuo processo di ricerca e sperimentazione che la ha portato ad investire in molti progetti pilota.

«Siamo prevalentemente impegnati a fare ricerca» conferma l’ingegner Giovanni Campaniello, che proprio per questo per la sua azienda ha voluto uno staff di giovanissimi: un gruppo di ingegneri con una età media di 30 anni.

In concreto Avvenia aiuta le aziende a conoscere meglio i propri processi produttivi, implementando i meccanismi di innovazione tecnologica più adeguati per aumentare l’efficienza e la produttività di ogni specifico settore, con un’attenzione particolare all’ambiente che è un carattere distintivo dell’azienda.

«Integrità, fiducia, diversità, ingegno e rispetto per l’ambiente: sono i valori che ci distinguono e guidano le nostre azioni» conclude l’ingegner Giovanni Campaniello, che per riassumere in tre parole le molteplici attività della sua azienda ha coniato lo slogan «the energy innovator».